Le emorroidi sono una malattia del XXI secolo per la quale esiste un rimedio!

Le emorroidi sono una malattia del XXI secolo per la quale esiste un rimedio!

Le emorroidi rappresentano una malattia delle vene che si trovano nella zona rettale ed è uno dei problemi più comuni dell’uomo moderno. Lo stile di vita moderno comprende tanto tempo in posizione seduta, poco movimento e poca attività, il che rende l’uomo una facile meta per lo sviluppo di malattie come emorroidi.

Come si formano le emorroidi?

Le emorroidi si formano a seguito di una grossa pressione sulle vene che si trovano nel piccolo bacino e nel ventre. Le emorroidi solitamente sono localizzate nella parte superiore del canale anale e della parte finale dell’intestino crasso, ovvero il retto. Le cause della pressione e della stessa comparsa delle emorroidi sono diverse. Possono essere lo stare seduti in modo prolungato, l’obesità, la gravidanza oppure lo sforzo effettuato durante lo svuotamento dell’intestino. Inoltre le emorroidi possono formarsi come conseguenza di cattiva alimentazione, di carenza dell’attività fisica e un certo ruolo è svolto anche dal fattore ereditario.

Quali sono i sintomi delle emorroidi?

Le emorroidi vengono suddivise a quelle interne e quelle esterne e in base a ciò si differenziano anche i sintomi. Le emorroidi interne sono accompagnate da perdite di sangue durante la defecazione, tracce di sangue sulla carta igienica oppure sulle feci. Nelle emorroidi esterne i sintomi più comuni sono il bruciore e il dolore.

Oltre a questi, compaiono anche i seguenti sintomi:

  • Prurito – emorroidi interne schiacciano i tessuti circostanti provocando con ciò l’irritazione e quindi anche il prurito;
  • Sensazione che la defecazione non sia stata eseguita fino alla fine – questo fenomeno compare dopo la defecazione. Tale sensazione offrono le emorroidi sviluppatesi sulla membrana del retto e più grandi sono le emorroidi, la sensazione che la defecazione non sia stata completata è più forte;
  • Bruciore – compare anche nel corso e dopo la defecazione.

Il trattamento delle emorroidi

La cura delle emorroidi può essere convenzionale con farmaci, ad iniezione e tramite intervento chirurgico. E’ presente anche la cura non convenzionale con l’uso di erbe curative, l’agopuntura, l’omeopatia e altri metodi alternativi. Le persone che hanno i sintomi citati dovrebbero consultarsi con il proprio medico prima di scegliere uno dei metodi di cura delle emorroidi.

I metodi non chirurgici vengono consigliati per lo stadio iniziale di sviluppo. Per lo più si raccomanda l’uso di creme, balsami e unguenti oltre al cambiamento dello stile di vita. Quando le emorroidi si trovano nella fase avanzata, allora vengono applicati interventi chirurgici.

Oltre all’operazione classica, vi sono alcuni altri tipi di interventi: sclerosi, emorroidectomia, procedura Longo, dearteralizzazione emorroidaria transanale.

L’operazione classica viene effettuata nelle condizioni ospedaliere in anestesia locale o totale. Dopo la riduzione dell’infiammazione le emorroidi vengono completamente rimosse dal corpo. Se le emorroidi vengono rimosse correttamente, è molto probabile che non ritorneranno mai più.

La sclerosi consiste nell’iniettare sostanze chimiche alla radice delle emorroidi con cui si provoca la chiusura del vaso sanguigno dell’emorroide, che in seguito si riduce e scompare. L’emorroidectomia è un procedimento chirurgico in cui viene rimosso il tessuto delle emorroidi insieme alle mucose e con una parte della pelle che provoca la caduta e l’emorragia. Questo procedimento viene eseguito sotto anestesia e richiede ospedalizzazione. Il procedimento Longo è il metodo con cui vengono ritagliate le mucose. La dearteralizzazione emorroidaria transanale è un metodo operativo che rappresenta una rivoluzione nella cura delle emorroidi poiché non vi sono tagli chirurgici. Agisce direttamente sulla causa per cui esse vengono rimosse in modo permanente. Il recupero dura solo un paio di giorni.

Sempre più spesso viene applicata anche la rimozione con il laser delle emorroidi, in cui le emorroidi interne vengono distrutte con l’uso della luce infrarossa oppure con il calore del laser.

I pazienti di solito vengono dal medico quando l’emorragia dall’ano diventa abbondante e quando il dolore si fa insopportabile. In un grande numero di casi è ormai troppo tardi per qualche semplice trattamento di eliminazione del problema e quindi si ricorre all’intervento chirurgico.

lucaesperto
lucaesperto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *