Sedile per trattore: come e quale scegliere

Sedile per trattore: come e quale scegliere

Il sedile di un trattore o di una macchina agricola generica passa spesso in secondo piano ma ha la sua importanza perché la comodità sul lavoro è fondamentale, non solo per effettuare una lavorazione più serenamente ma soprattutto per evitare problemi fisici dati da una postura sbagliata continuativa nel tempo, come ad esempio i problemi alla schiena. Ricordiamo che un’ampia selezione di sedili per le nostre macchine agricole o trattori è presente nel negozio online Shop di Lasio Macchine Agricole.

In campo agricolo sono frequenti i continui stacchi tra le superfici sconnesse di un campo, dunque anche in questo caso è importante avere un sedile per trattore comodo, ammortizzato e che non faccia faticare il fisico del conducente. Oltre tutto questo, dopo ore di lavoro il sedile si usura esteticamente anche nei nuovi trattori, dunque cambiarlo dopo poco tempo può ringiovanire il nostro mezzo, utile soprattutto in caso di fiere o sfilate.

I sedili per trattore nel passato

In passato i sedili per trattore non erano come quelli che conosciamo ora: erano metallici (soprattutto ferro), non ammortizzati e sì, abbastanza scomodi e usuranti. Si potrebbero ancora trovare nel mercato per fini di restauro di antiche macchine agricole.

E ora ergonomici e ammortizzati

Al giorno d’oggi anche i sedili più economici hanno un sistema di imbottiture utile al miglioramento della comodità sul lavoro degli stessi. Inoltre, nonostante la comodità, sono composti da materiali durevoli e di qualità. Oltre ai sedili fissati sul mezzo di lavoro o a quelli con molleggiamento meccanico, ci sono anche quelli con sospensioni pneumatiche, ritenuta il vero top in termini di comfort ed evoluzione. Queste ultime inoltre possono essere dotate di sistema elettronico di controllo in grado di prevedere i contraccolpi in base al comportamento del trattore agricolo.

Materiali a disposizione dei sedili per macchine agricole

I migliori sedili in circolazione sono completi, dotati di tutto ciò che serve: bracciolo poggia braccio, poggia testa, cintura di sicurezza, vano interno e tanto altro. Altri modelli devono essere corredati in secondo luogo con ciò che manca per essere omologati. I materiali a disposizione sono vari e spesso si tiene conto del periodo della lavorazione: in estate e nei periodi caldi si sconsiglia l’utilizzo di un sedile in PVC su un nostro trattore (a meno di agenti esterni), perché questo risulta meno traspirante e si scalda parecchio su un mezzo non climatizzato. A stesso tempo il sedile in PVC per trattore risulta più comodo nel lavaggio o nello smacchiamento e non trattiene odori o polvere (anche se ogni sedile potrebbe essere corredato da un coprisedile).

Concludendo, possiamo dire che si dovrebbe ponderare la scelta di un sedile per macchine agricole in base al tipo e al periodo della lavorazione da fare, senza dimenticare il mezzo sul quale verrà montato e utilizzato e senza dimenticare che un prodotto di qualità paga sempre, se non altro per assistenza e durata nel tempo.

samantha
samantha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *