Che cos’è la pet therapy e come può essere d’aiuto?

La pet therapy è un tipo di attività assistita da animali che prevede l’interazione di animali addestrati con gli esseri umani in diversi contesti. L’obiettivo è quello di ridurre lo stress e l’ansia, migliorando le abilità sociali e il benessere generale. L’idea di utilizzare gli animali come mezzo per aiutare gli esseri umani esiste da secoli. La pratica moderna della pet therapy, così come la conosciamo oggi, è iniziata negli anni ’70 dopo che alcuni ricercatori dell’Università di Edimburgo hanno pubblicato uno studio sui suoi benefici. La loro ricerca ha scoperto che trascorrere del tempo con gli animali può avere un impatto positivo sulla salute umana, riducendo lo stress e aumentando l’autostima, tra le altre cose. Abbiamo raccolto tutto quello che c’è da sapere sulla pet therapy e su come può giovare a voi o a qualcuno che amate e che sta affrontando sfide nella vita, come malattie croniche, depressione, abuso di sostanze o invecchiamento.

Che cos’è la pet therapy?

La pet therapy è un tipo di attività assistita dagli animali che prevede l’interazione di animali addestrati con gli esseri umani in diversi contesti. L’obiettivo è quello di ridurre lo stress e l’ansia, migliorando le abilità sociali e il benessere generale. L’idea di utilizzare gli animali come mezzo per aiutare gli esseri umani esiste da secoli. La pratica moderna della pet therapy, come la conosciamo oggi, è iniziata negli anni ’70 dopo che i ricercatori dell’Università di Edimburgo hanno pubblicato uno studio sui suoi benefici. La ricerca ha rilevato che trascorrere del tempo con gli animali può avere un impatto positivo sulla salute umana, riducendo lo stress e aumentando l’autostima, tra le altre cose. Osservando le statistiche, è facile capire perché la pet therapy sia così benefica. È stato dimostrato che il semplice accarezzare un cane o un gatto riduce gli ormoni dello stress come il cortisolo e aumenta il rilascio di endorfine “positive” nel cervello, che sono un antidepressivo naturale.

Come aiuta la pet therapy?

Gli animali, soprattutto quelli domestici, sono una grande fonte di compagnia e di conforto per gli esseri umani. In terapia, questi animali aiutano le persone a entrare in contatto con gli altri, a costruire la fiducia in se stessi e a trovare la gioia. La maggior parte dei programmi di pet therapy sono condotti uno a uno, ma esistono anche sessioni di gruppo in cui animali e persone si uniscono in un ambiente sicuro. In terapia, le persone possono beneficiare della pet therapy in molti modi. Ad esempio, la pet therapy può aiutare le persone a sentirsi rilassate, a ridurre l’ansia e lo stress, a migliorare l’umore, a gestire il dolore e ad aumentare la sensazione di benessere. Può anche aiutare le persone che si sentono sole e isolate a creare legami positivi con gli altri.

Chi beneficia della pet therapy?

La pet therapy viene utilizzata in molti contesti, come ospedali, case di cura e strutture di salute mentale, per aiutare le persone che devono affrontare diverse sfide nella vita, tra cui malattie croniche, depressione, abuso di sostanze o invecchiamento. È stato dimostrato che la pet therapy è utile anche per le persone affette da autismo e per i bambini con ADHD. Poiché gli animali domestici non giudicano e non sono pericolosi, sono ottimi compagni per persone di ogni età e ceto sociale. Non hanno aspettative nei confronti delle persone che incontrano. Vogliono solo essere amati.

Come integrare un animale domestico nel vostro programma terapeutico?

Quando si lavora con gli animali domestici in un contesto terapeutico, è importante riconoscere che ci sono alcuni ruoli in cui essi prosperano meglio di altri. Ad esempio, se si lavora con un bambino ansioso, potrebbe essere meglio avere un gatto o un cane di piccola taglia nella stanza piuttosto che un cane di grossa taglia. Potreste pensare di avere un cane più grande in una stanza con una persona depressa o un cane più piccolo in una stanza con una persona che potrebbe cadere più facilmente. Le ricerche dimostrano che quando si scelgono gli animali da compagnia per il programma terapeutico, si possono prendere in considerazione diversi fattori. Le dimensioni dell’animale, il suo temperamento, il tempo trascorso in terapia e la facilità di gestione in ambienti specifici sono tutti fattori importanti da prendere in considerazione quando si sceglie un animale per il programma terapeutico.

Cani comunemente utilizzati per la pet therapy

I cani sono sempre stati considerati i migliori amici dell’uomo, e per una buona ragione. Sono creature affettuose e fedeli che non desiderano altro che compiacere i loro compagni umani. Sono anche animali molto sociali e prosperano in contesti in cui possono interagire con altri esseri, umani e non. Esistono diverse razze di cani comunemente utilizzate nei programmi di pet therapy, tra cui i Labrador Retriever, i Golden Retriever, i Barboncini e i Cani da Montagna del Bernese. Molti cani da terapia sono meticci, il che li rende ideali per l’uso in ambienti in cui è presente un’ampia varietà di persone.

Aiutanti felini nei programmi di pet therapy

Anche i gatti sono fantastici animali da terapia, con i loro vantaggi. I gatti sono animali molto indipendenti, in grado di adattarsi a quasi tutti gli ambienti, e hanno dimostrato di essere particolarmente adatti ad aiutare le persone che hanno a che fare con ansia e traumi. Inoltre, hanno un livello di manutenzione molto basso, il che può renderli un animale da terapia più adatto ad alcuni ambienti, come quelli ospedalieri, dove sono presenti altri animali e alti livelli di attività. Esistono molte razze di gatti comunemente utilizzate nei programmi di pet therapy, tra cui persiani, abissini, Maine Coon e British Shorthair.

Conclusione

Quando si parla di salute mentale, è importante notare che non esiste una soluzione unica per tutti. Mentre alcune persone possono trovare grandi benefici nella pet therapy, altre possono scoprire che non è la soluzione giusta per loro. Il modo migliore per stabilire se la pet therapy è adatta a voi è provarla e vedere come vi fa sentire. Ricordate che ci sono molti modi per incorporare gli animali nel vostro processo di guarigione. Potete visitare un rifugio e fare una passeggiata per aiutare i cani ad essere adottati, o anche fare volontariato in un rifugio per animali per aiutare nelle faccende quotidiane. Potete anche provare a leggere un libro o a scrivere un diario mentre il vostro animale domestico è nella stanza con voi o addirittura accoccolarvi con lui mentre si addormenta. Gli animali sono un ottimo modo per rimanere in contatto con la natura e allo stesso tempo ottenere i benefici della terapia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *