Come funziona un martinetto idraulico

Come funziona un martinetto idraulico

Nella vita di tutti i giorni, ti sarà sicuramente capitato di vedere in azione un martinetto idraulico. Si tratta di un particolare strumento meccanico, utilizzato per sollevare pesi considerevoli ad un’altezza precedentemente stabilita. Che si tratti di sollevare la propria vettura per cambiare una gomma, o semplicemente di alzare carichi pesanti, il martinetto idraulico rappresenta uno strumento indispensabile.

Nonostante il suo funzionamento sembri abbastanza complesso, entrando all’interno del meccanismo di leva, il sistema è semplice e molto intuitivo. All’interno di questa guida completa abbiamo deciso di spiegare nel dettaglio come funziona un martinetto idraulico, dove acquistarlo e quali tipologie è possibile trovare sul mercato.

Partendo dal principio, il martinetto idraulico è un dispositivo appositamente creato seguendo le semplici leggi della fisica. I componenti principali, in caso di martinetto manuale, sono la pompa e la leva. All’interno del sistema di pompaggio, è spesso presente un fluido idraulico, fondamentale per far alzare il pistone, in base alle proprie necessità. Il liquido più utilizzato è sicuramente l’olio, il quale possiede un perfetto livello di densità e, allo stesso tempo, permette di mantenere le componenti interne ben lubrificate.

Parlando della pompa, la stessa, azionata manualmente o elettricamente, permette di spingere il fluido idraulico verso una specifica valvola. Quest’ultima prende il nome di “valvola unidirezionale”, poiché permette al fluido di entrare nel circuito, senza consentire un suo ritorno nel verso opposto. In questo caso, maggiore sarà l’intensità di pompaggio, maggiore sarà la pressione all’interno del cilindro e maggiore sarà l’altezza raggiunta dal pistone.

In questo caso, è bene considerare che la solidità interna, e la qualità della valvola, giocano davvero un ruolo fondamentale. Concluse le proprie azioni di sollevamento, il pistone idraulico può nuovamente essere abbassato, rilasciando la valvola unidirezionale e permettendo al fluido idraulico di tornare indietro.

Approfondimento: https://www.autosolo.it/migliori-martinetti-idraulici/

Tipologie di martinetto idraulico

Arrivati a questo punto, dopo aver visto come funziona un martinetto idraulico, è possibile avviare alcune considerazioni in merito alle differenti tipologie presenti sul mercato ed ai relativi prezzi. In linea generale, esistono due differenti martinetti: quelli definiti “a bottiglia” e quelli definiti “a carrello”. I primi, necessitano di una struttura a cavalletto, che può essere posta al di sotto dell’oggetto dal sollevare e vengono utilizzati prettamente per lavori saltuari o casalinghi. I secondi, ovvero quelli a carrello, possiedono una base integrata, molto spesso con delle ruote in materiale composito, e sono utilizzati soprattutto in settori specifici e professionali.

Venendo alla potenza di sollevamento, in commercio esistono differenti tipologie di martinetto idraulico. Si parte da dispositivi in grado di sollevare solamente qualche centinaio di Kg, fino ad arrivare a prodotti di alta qualità, che garantiscono sollevamenti per molte tonnellate. Per cambiare una semplice gomma alla propria vettura, di solito, è necessario un martinetto dalle medie dimensioni.

Parlando del prezzo, anche in questo caso, in base alla tipologia (a carrello o non dotata di base) e alla potenza di sollevamento, esistono differenti modelli. Si parte dai 15 euro, fino ad arrivare ad oltre 200 euro per i dispositivi più performanti.

Alexandra
Alexandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *