Come Lavare l’Aerosol

Come Lavare l’Aerosol

L’aerosol è un dispositivo utilizzato per la cura ma anche per la prevenzione di tutti i problemi di natura respiratoria. Viene utilizzato soprattutto da bambini, adulti e soggetti che soffrono di asma o di malattie che coinvolgono l’apparato respiratorio.

L’aerosol è conosciuto anche con il nome di nebulizzatore ed è composto generalmente da una macchina che funge da pompa, da un’ampolla che servirà a trasformare i farmaci liquidi in particelle piccolissime, da un tubo e dalle mascherine che andranno poggiate sul volto una volta messo in funzione.

Trattandosi di un dispositivo che conterrà al suo interno del medicinale, è sempre importante provvedere ad una pulizia accurata e costante per evitare intasamenti o il depositarsi di residui che potrebbero provocare infezioni.

 

Smontare Tutti i Componenti

Una buona pulizia del dispositivo servirà per permettere alla macchina di funzionare il più a lungo possibile ma anche ad evitare contaminazioni virali o batteriche dovute all’utilizzo del nebulizzatore da parte di più persone.

È consigliato effettuare la pulizia al termine della terapia, ogni qual volta venga utilizzato il dispositivo. Si partirà smontando ogni pezzo possibile: mascherina, tubo, ampolla. Qualora si tratti della prima pulizia, è possibile verificare tutti i componenti che possono essere smontati, consultando il libretto delle istruzioni contenuto all’interno della confezione.

 

Come Lavare l’Aerosol

Il metodo più utilizzato per pulire efficacemente l’aerosol è quello di inserire tutte le parti all’interno della lavastoviglie.

Qualora l’uso della lavastoviglie non fosse possibile bisognerà procedere inserendo tutte le parti del dispositivo in una bacinella con abbondante acqua calda e con un goccio di detersivo non abrasivo. Trattandosi di componenti di plastica è importante controllare attentamente la temperatura dell’acqua e lasciarli in ammollo per qualche minuto.

È necessario ora sciacquare con abbondante acqua di rubinetto e procedere con l’asciugatura che dovrà avvenire utilizzando un panno in cotone, come ad esempio un canovaccio.

 

Disinfettare

Per disinfettare tutte le parti che compongono l’aerosol potrai far bollire nebulizzatore e boccaglio, per un massimo di 10 minuti. Non potrai utilizzare questo metodo con la mascherina poiché con l’acqua bollente potrebbe sciogliersi o rilasciare sostanze nocive.

Per la mascherina potrai quindi procedere mettendola a bagnomaria con acqua fredda ed un po’ di amuchina per circa 15 minuti. Al termine della pulizia potrai sciacquare ed asciugare utilizzando un panno pulito ed asciutto. Anche utilizzando l’aceto sciolto nell’acqua sarà possibile disinfettare accuratamente tutte le parti interessate alla pulizia.

Potrai ora decidere di lasciare i pezzi staccati per il prossimo utilizzo o ricomporre il dispositivo subito, in modo tale da trovarlo pronto per il prossimo utilizzo.

Ricorda infine che la mascherina utilizzata per la terapia con l’aerosol è personale e non dovrà essere ceduta ad altre persone. Per i bambini inoltre è opportuno utilizzare la mascherina delle dimensioni adeguate evitando così che vada a contatto con gli occhi durante l’utilizzo. Solitamente questo tipo di mascherina viene fornita insieme al dispositivo, all’interno della confezione, ma qualora non fosse presente sarà possibile acquistarla presso una qualsiasi farmacia o direttamente online.

Giovanni
Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *