Cuscini per bambini: come scegliere quello corretto?

Cuscini per bambini: come scegliere quello corretto?

Il riposo è un bisogno imprescindibile per ognuno di noi, soprattutto per i più piccoli.
Scegliere un cuscino adatto alle esigenze diventa quindi fondamentale per un riposo corretto e per la loro salute.
Per acquistare il prodotto migliore in base alle esigenze del bambino, occorre fare opportune valutazioni, definendo determinati parametri.

Come scegliere un cuscino per bambini

Prima di tutto è necessario sapere quando va utilizzato un cuscino apposito per bambini. Indicativamente bisognerebbe iniziare ad usarlo tra i 18 e i 24 mesi, ossia quando il bambino passa dalla notte in culla al primo lettino. Ovviamente i casi sono soggettivi, in quanto ogni bambino ha tempistiche e grado di crescita differenti, va quindi valutato caso per caso come procedere.
Lo scopo è semplicemente quello di migliorare la qualità del sonno del piccolo, consentendo alla sua corporatura di assumere una postura corretta durante il sonno.

I parametri di cui tener conto sono diversi. Innanzitutto va considerato lo spessore del cuscino stesso, in quanto quest’ultimo deve avere una consistenza tale da non permettere al capo del bambino di affondare, mantenendo l’allineamento con la colonna vertebrale.
Allo stesso modo risulta fondamentale che il guanciale sia certificato come antisoffocamento, e che l’imbottitura non presenti allergeni di alcun tipo, pericolosi per la salute del bambino.
Va infine preferito un cuscino traforato, il che sarà d’aiuto nel periodo estivo, evitando una sudorazione eccessiva durante le ore notturne.

Materiale e imbottitura

Parlando dei materiali adottati per il cuscino, è preferibile scegliere il lattice o il memory foam.
Un buon materiale garantisce un’ottima traspirabilità, in modo che la temperatura non sia eccessiva nel periodo più caldo.
Il lattice è un materiale che garantisce proprio questo aspetto e, per essere completo, andrebbe rivestito con una fodera in cotone o lino, aventi la funzione di schermo, per il bambino, verso possibili sostanze nocive. Al vertice della categoria, vi sono cuscini che comprendono anche trattamenti antimicotici, i quali garantiscono il grado d’igiene ideale.

Nella società odierna, sempre più soggetta ad allergie ed intolleranze, la soluzione ideale è quella di orientarsi in direzione di una imbottitura in spugna ipoallergenica, la quale garantisce il vantaggio di indubbie proprietà ortopediche.
In alternativa, può essere considerata l’idea di una imbottitura in cotone.
Seppure le imbottiture in piuma o piumette sia considerata di alta qualità, in questo caso è meglio evitare. Oltre all’eccesiva morbidezza ed afflosciamento, presentano infatti il difetto di provocare eventuali fastidi alle vie respiratorie.
In ogni caso, potrebbe essere utile chiedere consiglio al proprio pediatra, che saprà indicare il prodotto più adatto alle esigenze del bambino.

Dimensioni del cuscino

Non sono da sottovalutare le dimensioni stesse del cuscino. La statura, il peso e le abitudini del bambino (dormire a pancia in su, di lato, prono) influiscono anche sulla morfologia del cuscino. Va trovato un giusto equilibrio tra la comodità del prodotto e il tipo di sostegno di cui necessita il bambino.

Lavaggio

Anche se può sembrare l’ultimo aspetto da considerare, non va sottovalutato il tipo di lavaggio previsto. Il cuscino andrà lavato più spesso di quanto si possa pensare, ed è buona norma investire in un prodotto che presenti facilità di lavaggio e che non perda le proprie caratteristiche nel tempo.

Dove acquistare un cuscino per bambini

Il migliore store online dove poter acquistare un cuscino da bambino è sicuramente Pillux, che fornisce un prodotto dotato di tutte le caratteristiche utili per un riposo comodo e sano.

FA
FA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *