I vantaggi di uno scooter per disabili ed anziani a 4 ruote

I vantaggi di uno scooter per disabili ed anziani a 4 ruote

Per gli anziani e per tutti quei disabili (spesso anche molto giovani) con ridotta capacità motoria, riacquistare una certa autonomia e libertà di movimento, in casa ed anche all’esterno, può essere estremamente importante. La gamma di ausili che si trova sul mercato è, a questo proposito, davvero molto ampia. Ci sono, ad esempio, le stampelle, i comuni bastoni, i tripodi o quadripodi, le classiche carrozzine autospinte (è l’utilizzatore stesso a farle muovere) oppure da transito (vale a dire che necessitano di essere spinte da qualcuno, nel caso in cui chi ne usufruisce non sia autosufficiente nei movimenti) e anche numerosi tipi di montascale.

Sempre più diffusi ed apprezzati sono gli scooter elettrici a quattro ruote, che facilitano la deambulazione in autonomia e possono restituire a chi ne fa uso tutta la gioia e la bellezza di potersi muovere con una certa libertà, ritrovando anche il piacere di una passeggiata o di un’uscita in compagnia. Ne esistono tantissimi modelli, tutti estremamente stabili e facili da guidare, proprio per poter essere accessibili a tutti in totale sicurezza e tranquillità (anche dal punto di vista dei familiari dell’anziano o del disabile è certamente importante poter fare serenamente affidamento su prodotti che vanno a migliorare la qualità della vita del proprio congiunto, e che lo fanno in maniera del tutto sicura).

In linea di massima, il funzionamento di base di questi scooter è abbastanza simile da un modello all’altro. Ciò che maggiormente differenzia un mezzo dall’altro è la dimensione, che è in qualche modo legata all’uso che se ne vuole fare. Gli scooter predisposti per essere utilizzati prevalentemente all’interno, ad esempio, sono di solito più piccoli. Per andare invece fuori casa ne esistono altri un po’ più grandi, e se vogliamo valutare anche la possibiltà di poter percorrere lunghi tragitti, le dimensioni possono ulteriormente aumentare. Esistono addirittura dei modelli particolari (off-road), in grando di affrontare situazioni più difficili, come possono essere strade sterrate, terreni dissestati o in pendenza, sabbia, ecc. Si tratta scooter ideati per quei disabili che comunque non vogliono rinunciare ad una vita molto attiva, fermo restando che possono rivelarsi particolarmente utili anche per i normali spostamenti in città, considerando che purtroppo sempre più spesso si incontrano gradini, buche, marciapiedi danneggiati e così via.

Gli scooter per anziani e disabili utilizzano generalmente motori elettrici, quindi anche molto ecologici, che sono alimentati con batterie efficienti in grado di garantire una lunga autonomia (possono arrivare anche a 50 km di percorrenza senza necessità di essere ricaricate). Sono estremamente silenziosi, in maniera tale da non arrecare alcun tipo di disturbo, nemmeno al conducente. Soprattutto i modelli più piccoli, di solito, sono piuttosto leggeri e si possono smontare agevolmente, così da poter essere traspotati in auto con facilità (ad esempio quando si parte per le vacanze, ecc.).

Le ruote solitamente sono quattro, ma esistono anche dei modelli che ne hanno tre. Gli scooter predisposti per un uso principalmente domestico (o comunque per spostamenti al chiuso) hanno in genere ruote di gomma piena; i modelli da esterno, invece, di solito hanno veri e propri pneumatici con valvola, e le ruote spesso sono dotate di ammortizzatori indipendenti per poter meglio affrontare eventuali ostacoli o strade dissestate.

Tutti i comandi sono molto intuitivi e posizionati sul manubrio: come accade un po’ per tutti i settori ormai, anche in questo caso possono esserci modelli più tecnologici, e quindi con più opzioni e indicatori presenti sul cruscotto, oppure modelli-base più semplici. Gli scooter fatti per uscire sono chiaramente provvisti di fanaleria, cintura di sicurezza e anche sistemi di frenata più avanzati. Un’ampia panoramica di quelle che sono le varie opzioni presenti sul mercato è possibile trovarla andando su www.sanort.com, sito di un’importante azienda che commercializza questo genere di scooter e, in generale, ausili per anziani e disabili.

E’ anche importante sapere che questi scooter non vengono considerati, secondo il Codice della strada, come dei veri e propri veicoli. Pertanto, la loro circolazione è equiparata a quella dei pedoni: possono dunque circolare sui marciapiedi e sugli spazi pedonali predisposti, e laddove questo non fosse possibile, possono viaggiare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli. Non vi è obbligo di assicurazione RCA, per quanto sia comunque consigliabile tutelarsi in caso di eventuali danni provocati a terzi, non è necessario l’uso del casco e non si paga alcun bollo.

Se l’anziano o il disabile è in possesso di regolare certificazione medica, questi scooter possono essere acquistati con IVA agevolata (4% anzichè 22%) e l’acquisto rientra tra le spese che si possono portare in detrazione (19%) nella dichiarazione dei redditi. Un motivo in più per apprezzare questi mezzi, così utili ed importanti, anche dal punto di vista psicologico, per le persone con difficoltà motorie.

Aristide Banfi
Aristide Banfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *