Poker, alcuni utili consigli per chi ha iniziato da poco

Poker, alcuni utili consigli per chi ha iniziato da poco

Chi ha iniziato a giocare a poker da pochissimo tempo, spesso viene continuamente bombardato di consigli e suggerimenti per migliorare. Dopo aver fatto una selezione dei migliori casino online in Italia dal punto di vista pokeristico, si cerca subito di giocare il più possibile per vincere. Ecco perché, spesso, non ci si accorge che il fattore pazienza gioca un ruolo decisivo in ogni partita. Sì, dal momento che il segreto per potersi togliere delle soddisfazioni in questo settore è proprio quello di avere tanta pazienza: è un fattore che differenzia i giocatori in grado di vincere tornei ed eventi importanti da quelli che non riescono a farlo.

Nel gioco del poker non basta avere fortuna

I giocatori più bravi al tavolo verde sanno perfettamente come la fortuna sia un aspetto che va e viene, ma la cosa più importante è quella di seguire un percorso logico e coerente. Insomma, non si può pretendere che le proprie carte abbiano sempre lo stesso valore, ma è proprio quella coerenza che deve ispirare il modo di giocare che consente di arrivare ad un buon equilibrio tra gli alti e bassi durante una partita. Fare un bilancio, nel gioco del poker, ha senso solamente mese dopo mese. Giocare con una buona qualità e in maniera coerente, considerato l’arco di tempo mensile, vi può portare in dote dei discreti guadagni. Dovrete accettare, però, qualche momento più sfortunato e qualche mese in perdita. Nel caso in cui, invece, le perdite proseguano mese dopo mese in modo incessante, il problema non è più avere pazienza o meno. La situazione da risolvere, infatti, è che viene giocato un numero di mani molto più alto rispetto a quelle necessario, semplicemente perché non si vede l’ora di guadagnare o di recuperare dalla perdita, ma l’effetto conseguito, in fin dei conti, è esattamente quello contrario.

Le mani negative? Meglio limitare le puntate

Tra gli errori che i giocatori con poca esperienza commettono con maggiore frequenza c’è anche quello di puntare un quantitativo di soldi eccessivo su delle mani che sono segnate da un esito non positivo. I buoni giocatori di poker sono anche quelli che riescono a capire i vari momenti delle partite e quando sia meglio evitare di andare avanti in una mano che avrà un esito, molto probabilmente, negativo. Chi non ha pazienza, invece, cercherà di giocare lo stesso quella determinata mano, ritenendo di avere a disposizione una combinazione di carte praticamente invincibile.

Attenzione a giocare un numero eccessivo di mani

Un altro sbaglio che i giocatori alle prime armi commettono fin troppo spesso è quello di giocare troppe mani, soprattutto per la tanto agognata impazienza. Un giocatore di poker non può e non deve giocare tutte le mani, così come non deve lasciare dei soldi nel piatto a ciascun giro per vedere sempre e a tutti i costi il flop. D’altra parte, bisogna anche combattere un po’ la noia di rimanere davanti al display di un computer per diverse ore di fila senza entrare nel vivo del gioco. Stanchezza e poca concentrazione sono due aspetti che vi faranno perdere: nel caso in cui vi troviate in queste due situazioni durante una partita, meglio abbandonare, altrimenti il grosso rischio che si corre è quello di donare liberamente soldi agli altri giocatori presenti al tavolo. Il motivo è semplice: in caso di noia, poca attenzione e ridotta concentrazione, non si riesce più a capire quale possa essere il momento giusto per giocare il poker migliore, ma si spera solamente in un colpo di fortuna per andare avanti nel percorso di gioco.

Pamela
Pamela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *