Salute e benessere: la dieta mediterranea

Salute e benessere: la dieta mediterranea

La dieta mediterranea è considerata uno dei regimi alimentari più sani al mondo e trae origine dallo stile di vita dei popoli che vivono nel bacino Mediterraneo. Prevede l’utilizzo di abbondanti quantità di prodotti di origine vegetale come cereali, frutta e ortaggi accompagnati da pesce, uova e poca carne. È previsto il consumo dell’olio di oliva come fonte di grassi buoni e della giusta quantità di vino, durante i pasti.

Le origini della dieta mediterranea

La dieta mediterranea nasce dallo studio effettuato da un noto medico americano nel periodo del dopoguerra. Il dottor Ancel Keys, negli anni’60, volle dare una spiegazione al fatto che l’incidenza delle malattie cardiovascolari in alcune zone del Mediterraneo come la Grecia, ad esempio, o l’Italia, fosse nettamente inferiore rispetto all’America. Il dottor Keys, studiando le abitudini di vita di diverse aree geografiche, scoprii che vi era una stretta connessione tra il regime alimentare assunto e lo stato di salute di chi lo adottava.

Secondo lo studio delle sette nazioni, come venne chiamato il suo elaborato, lo stile alimentare di Stati come il Giappone, l’Olanda, la Grecia, la Jugoslavia, l’Italia, gli Stati Uniti e l’Italia, presi a campione, aveva un incidenza diretta sullo stato di salute e sul tipo di malattie che potevano essere contratte. Molte malattie cardiovascolari, ad esempio, sono influenzate non dalla quantità ma dal tipo di grassi assunti.

Dopo la scoperta del dottor Keys, che si trasferì definitivamente in Italia, la dieta mediterranea ebbe uno sviluppo sempre crescente e fu ritenuta un modello perfetto di alimentazione per mantenersi in salute e prevenire molte malattie.

Fare prevenzione attraverso l’alimentazione.

La dieta mediterranea è un regime adatto ad ogni persona, di qualsiasi nazione, età e sesso. In grado di prevenire molte patologie come l’obesità, l’ipertensione, il diabete e i disturbi dell’apparato gastrointerinale, questa dieta dovrebbe diventare un vero e proprio stile di vita per molti. Quello che conta, secondo i nutrizionisti che ne esaltano i vantaggi, non è l’utilizzo esclusivo di un alimento piuttosto che di un altro, ma la varietà di pietanze sapientemente miscelate e alternate tra loro che la rendono così speciale e benefica.

Una quantità giornaliera di fibre, acidi grassi insaturi, antiossidanti, poche proteine animali e un’attività fisica regolare, sono il segreto per una lunga vita senza grandi problemi di salute.

Varietà ed equilibrio sono la regola d’oro, che prevede un consumo di calorie ben distribuito durante tutta la giornata.

Se consideriamo la nostra dieta come una sorta di piramide, all’apice troviamo il consumo di olio di oliva, pasta, pane, legumi. Molta frutta, ortaggi e verdura e un consumo limitato di proteine come carne, pesce, uova e formaggi, che sono importanti e benefici solo se dosati con moderazione. Dolci e grassi animali sono da limitare il più possibile. Acqua in abbondanza e un’attività fisica regolare e costante per tenere il corpo in allenamento.

I carboidrati sono considerati essenziali perché forniscono energia a rilascio lento, che è necessaria per affrontare le sfide della vita quotidiana. Le vitamine che provengono da frutta e verdura di stagione danno la giusta dose di idratazione, soprattutto se le verdure sono condite in modo semplice e cioè con olio di oliva extravergine e limone, altamente antiossidante.

Un ottimo schema alimentare, ad esempio, potrebbe essere il seguente.
Una colazione equilibrata fatta di una premuta di arance, un succo di frutta o in alternativa del latte, accompagnato da frutta fresca o una porzione di carboidrati, mantiene in forza fino all’ora di pranzo.

Una porzione di pasta o di legumi accompagnato da un piatto di verdure, può rappresentare un pranzo perfetto, seguito da un bicchiere di vino rosso, tipico della tradizione mediterranea.

La sera è sufficiente una quantità moderata di proteine come carne bianca, rossa, pesce, uova o una porzione di formaggio, accompagnato da una buona quantità di verdure e frutta fresca. Se a questo menù aggiungiamo passeggiate tra la natura almeno per una mezz’oretta al giorno e tanta acqua naturale da bere durante il corso della giornata, il mondo è ai nostri piedi.

La dieta mediterranea ci insegna che ciò che conta non è abusare di un alimento limitandone un altro, ma assumere tutta la varietà che la natura ci offre, per dare al nostro organismo ciò di cui ha bisogno, senza privarlo di nulla.

Aristide Banfi
Aristide Banfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *