Fare la birra in casa, come iniziare?

Fare la birra in casa, come iniziare?

Tutta la qualità della birra artigianale: guida alla preparazione

La birra artigianale, si sa, ha tutto un altro sapore. A differenza della birra commerciale, prodotta in grandi quantità e spesso caratterizzata da un gusto di qualità relativamente inferiore, le birre prodotte in ambito domestico (o comunque all’interno di un agriturismo o un locale privato, come possono esserlo birrerie e pub) si contraddistinguono per il sapore unico e fortemente distinguibile.

I motivi dietro all’unicità dei gusti e dei sapori delle birre artigianali vanno ricercati proprio nelle modalità con le quali le bevande in questione vengono in preparate: trattandosi di prodotti artigianali, il produttore ha la possibilità di creare la ricetta che ritiene più adatte in base alle proprie esigenze, ai propri gusti personali e a seconda degli ingredienti che egli stesso ha a disposizione.

Già, ma come procedere con la preparazione di una birra artigianale? Quali sono i vari passaggi da seguire al fine di dare vita alla ricetta perfetta?

La preparazione della birra fatta in casa

Preparare la birra direttamente all’interno della propria cantina o tavernetta è un procedimento per nulla impossibile, a patto che l’utente segua passo passo i vari accorgimenti da prendere ai fini delle operazioni in sé e per sé. In primo luogo, ai fini dell’inizio del processo operativo è bene effettuare una preparazione attenta e accurata del mosto.

Il mosto per la birra artigianale può essere creato a partire dalla bollitura di acqua con il malto e il luppolo. La grandezza del recipiente che ospiterà il mosto può variare a seconda della quantità di prodotto che si intende creare: maggiori saranno le dimensioni del recipiente in sé, maggiore sarà la quantità di liquido da lavorare ai fini della produzione della birra artigianale. Una volta terminate le operazioni di bollitura, al mosto andrà necessariamente aggiunto il lievito. Sarà proprio quest’ultimo a consentire al liquido di ottenere quel sapore rotondo che da sempre contraddistingue la birra.

A questo punto, dopo l’aggiunta del lievito e dopo aver mescolato con cura il composto venutosi a creare, bisognerà attendere che il liquido nel recipiente fermenti a dovere. La fermentazione è resa possibile ancora una volta dalla presenza del lievito, senza il quale la birra stessa non potrebbe essere minimamente prodotta.

I procedimenti finali di preparazione

L’aggiunta del lievito rappresenta un passaggio fondamentale dal punto di vista della preparazione ottimale della birra artigianale. Tuttavia, è dopo l’inserimento del lievito che il preparatore della birra ha la possibilità di personalizzare a piacimento la propria ricetta. In primo luogo, sarà necessario creare la frizzantezza tipica della bevanda schiumosa. Un simile effetto può essere ottenuto aggiungendo dello zucchero, con le dosi che, anche in questo caso specifico, andranno commisurate alla quantità di liquido oggetto della preparazione stessa.

Infine, dopo lo zucchero è il momento dell’aggiunta di ulteriori ingredienti in grado di personalizzare al massimo la ricetta in sé. Stiamo parlando di erbe aromatiche e spezie, fondamentali per conferire al prodotto finale il sapore unico tipico di una preparazione artigianale. Anche in questo frangente l’aggiunta è del tutto personalizzabile, con l’utente che avrà la possibilità di optare per gli ingredienti che ritiene più adatti ai fini dell’ottenimento della birra preferita.

Una volta terminato il processo di preparazione, è essenziale procedere con un imbottigliamento accurato all’interno di bottiglie apposite o lattine ermetiche.

È preferibile procedere con un imbottigliamento in confezioni di vetro, in grado di favorire una miglior conservazione del prodotto finito, ma anche le botti di legno con rivestimenti in alluminio consentono di conservare al meglio la birra preparata.

La crescita dei consumi della birra artigianale

Produrre la birra in casa consente all’utente di creare la ricetta più adatta in base alle proprie esigenze. Si tratta di una pratica consolidata e in forte crescita, quella della preparazione artigianale di birra, come testimonia anche l’articolo del Corriere della Sera nel quale si fa riferimento proprio alla crescita (anche economica) dei birrifici artigianali italiani. Una crescita testimoniata anche dalla nascita di corsi appositi dedicati proprio all’homebrewing, come quelli organizzati da Comefarelabirra.it in grado di preparare i diretti interessati alle pratiche professionali relative alla creazione della birra artigianale perfetta.

Alexandra
Alexandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *