Sedia da gaming o da ufficio: quale scegliere?

Sedia da gaming o da ufficio: quale scegliere?

Restare per ore davanti allo schermo di un PC è una vera tortura a livello cervicale e lombare, a causa della postura scorretta. Una seduta che supporti nel modo giusto la colonna vertebrale è necessaria per prevenire dolori.

Sedia da ufficio e da gaming

Solitamente si pensa al classico impiegato che in ufficio trascorre molto tempo seduto a svolgere il suo lavoro. Ma negli ultimi anni si è fatta sempre più avanti anche la categoria dei gamer. Gli appassionati di videogames durante le lunghe sessioni di gioco al PC rischiano altrettanti malanni fisici. Che si tratti di sedia da gaming o da ufficio, le versioni in commercio sono moltissime, per tutte le tasche e le esigenze. I prezzi naturalmente cambiano in base alla qualità della poltrona, da acquistare in negozio oppure online. Maggiori informazioni è possibile trovarle su questo sito: https://www.sediedagaming.it/miglior-sedia-da-gaming-quale-scegliere/

I movimenti del giocatore

I giocatori forse ancora più di un impiegato hanno bisogno di assumere una postura corretta, per prevenire dolori futuri. Le esigenze di un gamer sono peculiari, per cui la sedia da gaming avrà delle caratteristiche specifiche rispetto a una poltrona da ufficio. La differenza sta soprattutto nel tipo di movimenti che le due figure compiono. Una persona che sta lavorando al computer tendenzialmente assume sempre la stessa posizione, con movimenti simili che si ripetono. Nel giocatore invece c’è anche la componente dell’euforia. Il gamer è inevitabile che si lasci prendere dall’adrenalina e soprattutto dalla competizione. Sulla sedia assumerà posizioni anche innaturali che lo proiettano quasi nello schermo, nel mondo virtuale dove sta giocando.

Una sedia resistente

Una sedia da gaming deve essere resistente e robusta. Un giocatore si muove di scatto, preme con forza sui braccioli della poltrona, fa degli spostamenti laterali bruschi. Una sedia da ufficio non durerebbe a lungo con tutte queste sollecitazioni. Perciò queste sedute sono costruite in acciaio o altri materiali in grado di sostenere queste pressioni. Inoltre sono rivestite con un’imbottitura che sia morbida, accogliente ma semirigida. Alcune ora sono imbottite con materiale memory foam, che si adatta alla perfezione alle forme del gamer.

I supporti dedicati

L’anatomicità di una sedia da gaming è garantita da supporti specifici che si possono regolare. Questi assicurano una postura corretta dalla zona cervicale, fino alla lombare e all’osso sacro. Un pistone idraulico consente di variare l’altezza della poltrona, lo schienale si regola tra i 90° e i 180° e si riattiva con una spinta a ritorno immediato. I braccioli invece si regolano in avanti e indietro, oltre che sui due lati. Ci sono delle rotelline per permettere gli spostamenti. Inoltre vengono inserite delle fessure che consentono la pulizia.

I modelli più avanzati

In commercio esistono molti modelli di sedie da gaming. Nelle poltrone più accessoriate c’è anche un supporto retraibile per le gambe, che si può allungare o meno. Le sedute per il gamer devono essere confortevoli, ma anche adatte a sessioni molto lunghe. Addirittura i giocatori più accaniti sostengono che esistano delle poltrone modellate sul genere di videogioco. Forse un servizio che va anche oltre le esigenze di benessere e puro divertimento. Anche se una regolazione di tutti i possibili movimenti assumibili in una partita, può rendere una poltrona davvero performante.

Alexandra
Alexandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *