Cosa fare se si subisce un furto in casa?

Cosa fare se si subisce un furto in casa?

Anche se molti italiani si illudono spesso che i furti in casa non possano colpirli, magari perché hanno sempre avuto una porta blindata o una serratura particolarmente sicura che li ha protetti fino ad adesso, la realtà è ben diversa. Chi subisce un furto in casa non è certamente un incauto: un bravo scassinatore è perfettamente in grado di aprire le serrature più antiquate in pochi minuti e quasi senza fare alcun rumore. Ovviamente non si intende che la prevenzione non sia importante: è sempre bene contattare periodicamente un fabbro Sesto San Giovanni per assicurarsi che le difese della casa siano sempre adeguate alla zona in cui si vive e affidarsi ai suoi consigli riguardo alla sicurezza della casa. Ma per quanto ci si possa preparare, può sempre accadere che un ladro particolarmente abile ed esperto riesca a superare tutti i meccanismi di difesa posti a protezione dell’abitazione.

Spesso non si riesce nemmeno ad immaginare cosa fare se si subisce un furto in casa. Quando si è vittima di questo crimine, infatti, è perfettamente normale tendere a reagire emotivamente e non razionalmente, perché si viene posti davanti alla consapevolezza che la propria abitazione non è sicura quanto si immaginava e che dei criminali hanno invaso una zona estremamente personale e hanno portato via oggetti di valore materiale e sentimentale. Questa consapevolezza, spesso, porta a reagire con rabbia o avventatezza, ma queste sono emozioni che andrebbero assolutamente evitate. Se ci si accorge di essere vittima di un furto in casa bisogna subito iniziare a ragionare con freddezza e mantenendo la mente lucida e attenta ai dettagli.

Furto in casa: cosa fare e chi chiamare

È perfettamente comprensibile restare confusi trovando la propria porta di ingresso aperta al rientro da una giornata di lavoro o da un viaggio. Realizzare di aver subito un furto nella propria abitazione può non essere semplice: molti hanno la tentazione di entrare in casa al più presto ed assicurarsene immediatamente di persona. Ma bisogna resistere a questa tentazione: i ladri potrebbero essere ancora all’interno. Fuggire via è un’opzione più ragionevole, ma non è sempre la migliore, perché si potrebbe perdere l’occasione di identificare i ladri pur rimanendo al sicuro.

Chiamare la polizia

Se tornate a casa e trovate la porta aperta o la serratura rotta, allontanatevi immediatamente e chiamate al più presto la polizia. Non cercate di entrare in casa: i ladri potrebbero essere ancora all’interno della vostra abitazione. Allontanatevi dall’ingresso e, se possibile, cercate un luogo sicuro dove rifugiarvi continuando a tenere d’occhio la porta. Se serve coinvolgete vicini di casa o fatevi raggiungere da qualche amico, in modo da essere più al sicuro, Non cercate di ostacolare con i criminali in alcuno modo, perché potrebbero essere armati, ma limitatevi ad aspettare le forze dell’ordine.

Entrare in casa

Non appena la polizia avrà terminato le operazioni di routine tipiche dei furti in casa, potrete accedere nuovamente alla vostra abitazione. Il vostro compito, per quanto difficile, sarà osservare con attenzione tutto quello che vi circonda ed individuare velocemente cosa vi è stato sottratto. I ladri, probabilmente, avranno messo a soqquadro la casa, ma più precisi sarete, migliori saranno le possibilità della polizia di rintracciare la refurtiva.

Chiamare l’assicurazione e il fabbro

Una volta che le forze dell’ordine saranno andate via, dovrete cominciare a reagire per far tornare la vostra vita alla normalità. La prima cosa da fare è chiamare un fabbro che si occupi di rendere nuovamente la vostra casa sicura. Se i ladri hanno rotto la serratura per entrare, occorrerà sostituirla immediatamente per chiudere nuovamente la porta. Se siete assicurati contro i furti, dovrete anche contattare la vostra assicurazione in modo che possano intervenire.

Pamela
Pamela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *